GRG GRUPPO RESURRECTION GARDEN

HOME

        

                    

La nostra Associazione GRG Gruppo ResurrectionGarden è nata nel 1991 da un’idea del Presidente Romolo Levoni. Si cominciò a lavorare, scegliendo di aiutare ibambini africani, tramite i Padri della “Consolata Missionaries” che operano in quelle terre sin dal lontano 1902. Dal 1999 siamo un’Associazione di Volontariato O.N.L.U.S. regolarmente registrata. Abbiamo due sedi, una a Lama Mocogno ed una a Castelnuovo Rangone. Come riportato sui nostri dépliants “ Noi LAVORIAMO GRATUITAMENTE, Voi OFFRITE LIBERAMENTE. Il tutto va INTERAMENTE e DIRETTAMENTE a Loro”.Frequentiamo Fiere, Sagre e Manifestazioni, anche con il nostro mulino ad acqua offrendo prodotti esclusivi ma, soprattutto, proponendoadozioni a distanza. La nostra maggior forza e garanzia sono, in ogni caso, i Missionari della Consolata in Kenya, i quali offrono certezze ed esperienze davvero uniche.

Da vent’anni ripetiamo nei nostri dèpliants

Tutti i bambini debbono poter diventare Cittadini del mondo là nella loro terra.

-------------------------------------------------------------------------------------

PER QUALSIASI INFORMAZIONE TELEFONARE A SOTERO TEL.3204386142 O VALTER TEL.3394043116 OPPURE NADIA TEL.3409022184

-------------------------------------------------------------------------------------

 

“ Continua presso la F.Y.U. e presso la  Mutuini Educational Centre il Progetto della Scuola di Computer,reso possibile grazie all’aiuto del G.R.G., come potete vedere nella sezione COSA FACCIAMO – COSA ABBIAMO FATTO di questo sito.Premesso che queste scuole sono aperte anche a ragazzi non sostenuti dal G.R.G. o attraverso adozioni,potete consultare i risultati della Scuola di computer nella sezione Pagelle
------------------------------------------------------------------------------------
                                                                                  
ABBIAMO INSERITO IN FOTOGALLERIA
FESTA MANYATTA 2019
                               
------------------------------------------------------------------------------------ 

ED SHEERAN - PERFECT

 

                            Cambio programma Gita a Firenze

La gita a Firenze già programmata per il giorno 4 Maggio 2019,sarà anticipata al giorno 27 aprile.

La partenza è prevista per le ore 8 da Pavullo(stazione autocorriere) e alle ore 9 da Castelnuovo Rangone(Chiesa Parrocchiale) per arrivare,dopo una sosta in autogrill da Emilio verso mezzogiorno.

Pomeriggio faremo visita ad un oleificio e cantina nelle prossimità,per poi rientrare,volendo si può fare una sosta a Barberino del Mugello presso il nuovo centro commerciale e poi direttamente per casa.

La spesa sarà di € 55,00 a persona,che è comprensiva del viaggio e del pranzo.

Chi intende partecipare è pregato gentilmente di dare conferma a Sotero(3204386142) o Walter (3394043116) o Claudia(340669404)

                 Calendario manifestazioni G.R.G.2019   

Dal 18 al 27 Giugno un gruppo sarà in Kenia  

per il 25° del  Resurrection Garden

 

 3 e 4 Agosto :Festa della Trebbiatura a Lama Mocogno

 11 e 12 Agosto: Fiera di Serramazzoni

 1 Settembre : Festa della Crescentina a Pavullo

 8 Settembre : Festa della Madonna a Castelnuovo Rangone

 5 e 6 Ottobre: Festa del Parmigiano Reggiano a Lama Mocogno

 27 Ottobre: Festa della Castagna a Montecreto

 9 Novembre :Cena d’autunno con lo Chef Emilio presso Oratorio Parrocchiale

 30/11 e 1 Dicembre:Festa dello Zampone

 (Il 30/11 ricordo di Romolo e cena con prodotti Tipici)

 (Il 1 dicembre gnocco e crescentine in piazza)

 6 Dicembre: S.S.Messa a suffragio di Romolo nell’anniversario della morte, 

 alle ore 19 a Castelnuovo

         

 Alcune date potrebbero subire spostamenti,verrete informati al momento.

 Saremo presenti ad alcuni mercatini a Castelnuovo R.,ma attualmente non conosciamo le date.

 

ABBIAMO INSERITO LA VOCE ARCHIVIO DOVE METTIAMO I VECCHI FILMATI TOLTI DALLA HOME PAGE, CHI FOSSE INTERESSATO A RIVEDERE UN VECCHIO FILMATO, BASTA ANDARE DENTRO ARCHIVIO, CLICCARE SU VECCHI FILMATI QUINDI FAR PARTIRE IL FILMATO INTERESSATO

 

 

I GIRASOLI - BAMBINI

 

 


AL PAN

2014-09-07

 

 

Eilàaa… Bongióren! O bonasìra, sl’è già basôra. Pomeriggio, per gli uomini “in lingua”.

 

Àn ghe srév gnànch bisègn ed direl, mo “àl Pan” l’è la làttra maiuscola dàl noster alfabeto alimentèr. E-a dirév, s’andàm atàch a-al furmèint e tóta cl’etra “granàia” àl nutrimèint dàl mand intêr. Ma non allarghiamoci troppo e restiamoa cà nostra per vàdder cus’às dis e cus’às giva dàl pan. Tànt per tachèr, giàm che quàl “piò gióst” l’è quàl fat in cà e còt in dàl fóren; pusibilmèint, a légna (achsè cùm-aiò scrét chè piò avanti, da-i cuntadèin mèinter i camarànt(pigionanti-lavoratori che vivevano in appartamenti o stanze d’affitto) i àl fèven in cà ma lo portavano, per la cottura, sempre a legna, dal fornaio il quale riconosceva  come firma d’autore “la man ed la rezdóra” ma anche, a volte, una o più lettere impresse sulle forme.

 

ÀL PAN

Zò da sira, la rezdóra / cùn-àl-sdàz c’àl-gh bàla-in-man, /

tolt àl ràmmel, agh vin fóra / sól àl fiór per fer-al pan. //

Arversê-in-dla panarèina, / cùn in mèz-àl-sô alvadór, /

l’al tós fóra-a-la-matèina / per chi àm, ch’impastèn lôr. //

Cùn la gràma, la’s fa léssa, / e cùn pèl’m-e-pulpastrê /

sóv’r-a l’àsa la vin méssa, /  fata ‘d mân e bricadê. //

Biànch l’è ‘l fóren c’àl la côs, / sigilê cùn la buàza /

dàl furnèr che, dê ‘na vós, / l’a-spazê ‘l-piàn cùn la stràza. //

Àl prufóm c’a-va per l’èra, / àl fa gnìr fóra la nóra /

cl’à pulî già la panèra / e la dîs ed tórel fóra. //

L’or del cheldi, biondi mân / e la crós ed l’alvadôr, /

el fan gnìr-in-mèint che-àl pan / l’è-anch-àl corp ed Noster Sgnór. //

Guai, s’al và, quindi, strusiê; / e se gnànch-àn-và spartî;

perché’l-srév dabòun un pchê / e-a srén prest tót quànt pentî. //

TRADUZIONE

A compimento di questa rima, consentitemi di citare il “Pater Noster” quando recita  “dacci oggi il nostro pane quotidiano”invitandovi a tenere ben presenti  le parole “oggi” e “quotidiano”. Grazie.

I dét, i provérbi, èl citaziòun ech fan riferimèint a-al pan eglièin tanti che chè àn ghe stàn brisa. Àv dirò quìli c’a so e c’amarcòrd.

            Chè da nuèter la forma piò normèl ed pan casalèin (fatto in casa) l’éra la man ‘d pan, déta ànch ciòpa (se la coppia a piccia era sdraiata) e àl bricadél (piccia a forma di corna). Dàl fornaio (pan còumper), anche p. a crusàtta (p. a crocetta), p. in curnàtt (a cornetti). A volte, anche pagnòt o pagnutèini. Un’etra roba l’era “àl pan ‘d Nadèl”, ùn dólz tradizionèl che anch incô a tgnusàm mèinter dir pan biàss (o biòss) a vol dir sèinza cumpanàdegh.

            Mòd ed dir: “Bòun come àl pan” oppure “l’è-ùn pez ed pan” / dir “pan àl pan e vèin àl vèin” /  “tóres àl pan d’in bàcca” / “magna-pan a tradimèint”(senza guadagnarselo) / “S’l’àn-né sópa l’è pan bagnê (la stessa cosa) /

Un vecchio adagio:  “” àl pan bagne àl fa-amalèr / àl pan cundî àl fa murìr / àl pan sótt fa-al bèl pótt””  Evidentemente: cosa si faceva per dire ai bambini di mangiare il pane scusso, senza companatico! Un’ultima cosa senza traduzione ma che resta un mio consiglio:

Quànd un àl-v’géss ed màttrev un pan in spàla lasê stèr àl bricadèl 

 
Powered by CMSimpleRealBlog
Powered by |

Template: ge-webdesign.de| GRG Onlus - Iscr. Reg. Volontariato di Modena Det. n. 183 del 18/10/1999 - CF 92014000365 Realizzazione sito web da V.Milani-M.Bonetti con il sostegno del Centro Servizi per il Volontariato di Modena

html| css| Login