GRG GRUPPO RESURRECTION GARDEN

Sei qui:   HOME

HOME

 

 ______________________________________________

 Resurection Garden Kenya               Ottavio Santoro

  -----------------------------------------------

Abbiamo accolto la richiesta del Gruppo Scirawa a Kadongo (Kenia)di partecipare al progetto di un acquedotto.Con questo gruppo il GRG collabora già da tempo pagando le spese scolastiche a sedici ragazzi.

A fronte di un progetto del costo totale intorno ai ventimila euro,il GRG ha partecipato con cinquemila euro e questo video è la dimostrazione che i lavori sono cominciati scavando prima il pozzo trovando l’acqua e in seguito si farà la canalizzazione.

 

Dove non c’è acqua non c’è vita.



PRANZO DI OTTOBRE E CENA DI NOVEMBRE 2023 A CASTELNUOVO


 

NUOVI ARRIVI DI BIMBI CHE SPERANO DI ESSERE ADOTTATI 2023

AGGIUNTI OGGI 10 DICEMBRE 2023 N. 14

 


(CLICCA QUI PER INGRANDIRE)

(CLICCA QUI PER INGRANDIRE) 

 

________CLICCA QUI PER INGRANDIRE_______  

________CLICCA QUI PER INGRANDIRE_______  

 

-----------------------------------------------------------------------------------

 

NUOVE ADOZIONI MARZO 2022

 

100%

La nostra  Associazione  GRG Gruppo Resurrection Garden è nata nel 1991 da un’idea del Presidente Romolo Levoni.  Si  cominciò a lavorare, scegliendo di aiutare ibambini africani, tramite i Padri della “Consolata Missionaries” che operano in quelle terre sin dal lontano 1902. Dal 1999 siamo un’Associazione di Volontariato O.D.V regolarmente registrata. Abbiamo due sedi, una a Lama Mocogno ed una a Castelnuovo Rangone. Come riportato sui nostri dépliants “ Noi LAVORIAMO GRATUITAMENTE, Voi OFFRITE LIBERAMENTE. Il tutto va INTERAMENTE e DIRETTAMENTE a Loro”.Frequentiamo Fiere, Sagre e Manifestazioni, anche con il nostro mulino ad acqua offrendo prodotti esclusivi ma, soprattutto, proponendoadozioni a distanza. La nostra maggior forza e garanzia sono, in ogni caso, i Missionari della Consolata in Kenya, i quali offrono certezze ed esperienze davvero uniche.

Da vent’anni ripetiamo nei nostri dèpliants

Tutti i bambini debbono poter diventare Cittadini del mondo là nella loro terra.

 “ Continua presso la F.Y.U. e presso la  Mutuini Educational Centre il Progetto della Scuola di Computer,reso possibile grazie all’aiuto del G.R.G., come potete vedere nella sezione COSA FACCIAMO – COSA ABBIAMO FATTO di questo sito.Premesso che queste scuole sono aperte anche a ragazzi non sostenuti dal G.R.G. o attraverso adozioni,potete consultare i risultati della Scuola di computer nella sezione Pagelle

 

-------------------------------------------------------------------------------------

PER QUALSIASI INFORMAZIONE TELEFONARE A SOTERO TEL.3204386142 O VALTER TEL.3394043116 OPPURE NADIA TEL.3409022184

 -------------------------------------------------------------------------------------Carissimi amici

Le nuove quote sono queste : per l’asilo € 100,00 – per le scuole primarie la quota rimane invariata a € 160,00 – per la Famiglia Ya Ufariji € 280,00; abbiamo poi aggiunto una nuova quota da € 500,00, per chi volesse continuare a sostenere il ragazzo dopo le primarie e farlo proseguire negli studi, se ne ha le capacità : in Kenia  viene ammesso alle scuole superiori solo chi  raggiunge un certo punteggio alle primarie ed avendo anche  costi abbastanza elevati,  non tutti riescono ad accedere alle scuole superiori.La suddetta cifra,pur non coprendo l’intero costo scolastico, darebbe comunque al ragazzo ed alla famiglia un riguardevole aiuto 

-------------------------------------------------------------------------------------

________CLICCA QUI PER INGRANDIRE_______  

-------------------------------------------------------------------------------------

PULEINTA E CHELZAGAT

2014-08-26

Eilàaa… Bongióren! O bonasìra, sl’è già basôra. Pomeriggio, per gli uomini “in lingua”.

 

Dô mnèstri. In dàl sèins che la pulèinta l’è farèina ed furmintòun, cota, che po’, normalmèint, la va cundida; mèint’r-invece i chelzagàt l’è pulèinta che dop metê cotùra la ricév i fasô cùn àl so cundimèint  Àl gióren dop, o anch dop du o tri dè, tóti dô, tajedi a pcunzèin, eglièin bòuni anch fréti: specialmèint i chelzagàt… (sono due minestre, ma mentre la prima riceverà il condimento desiderato, la seconda contiene già il soffritto con i fagioli. Entrambe, poi,  specialmente i calciagatti, sono ottime se fritte a pezzettini).

A ghe srév tanti etri cosi da dir su la pulèinta e anch sul  furmintòun chl’è prém in dàl mand per produziòun ed granàia (cereali) mo a preféress spieghèrev che àl nàm “chelzagàt” àn se sa brisa d’in-dàl desvègna. L’indimenticabile poeta dialettale Roberto Vaccari ha però scritto nel suo prezioso “Al mê mànd, al mê cór, i mê insànni “ che … la rezdóra “ed colp la lasa ander tót quàl ch’la gh’iva in man, ch’al va propria a caschèr in dla stagnèda ed ram. L’ùmid àl s’è smescê in mèz a la pulèinta ……Àl pèder, arabî, àl pianta un chèlz al gat…… Àl nàm l’è gnû da sé: per arcurdèr àl fat, fin da cla sira lè i s ciàmen Chelzagàt. “   …… Grazie Roberto.  Scusa la fretta.     

PULÈINTA E CHELZAGĀT

La pulèinta l’è puvràta / per chi magna-i-macaròun; /

la pulèinta , l’è bendata / se la fam la dis dabòun. //

La matèina-i-cuntadèin, / a-la-sira-i camarànt, /

àl paról, sat’àl-camèin, / i-àl metìven so tót quànt. //

E còl càp e la furzèla / la’s mezsdeva-sèimp’r-a-véta. /

E perché la gnéssa bèla / et girèv sól a man dréta. //

Còl fógh chel’m, i barbaiòch / dàl paról, e-àl-só sufiér, /

sèinza-gnànch-ùn malòch / la finiva-in-dàl tulér. //

Ah, che festa, la destésa / cùn-ùn-pô’d sufrét inzémma! /

Às magnèva tót d’intésa / e…depiò, chi feva prémma. //

Etri volt, còl fil, a fàtt, / às tucèva ‘na saràca /

e, s’àn-n’ér’n-achsè puvràt, / àl-furmai-tànder, ed vàca. //

Ogni tant, i chelzagàt: / chl’è pulèinta-co-i-fasô. /

Còl sufrét i vinen fat; / in-piat-chèld, s’ti-magn incô. /

Dop un dè, taje-a-pcunzèin, / i van frétt in dàl destrót /

e, cùn ‘na butéglia ‘d-vèin, / is magn’anch… cùn àl persót.//

Ièin magnèr gustós e bòun, / mo-i prév’n-anch imbalunèr; /

Però… che sodisfaziòun / quànd-àl-corp àl’s-pól desfièr…

TRADUZIONE

           

            Piròun àl vrév descarrev dàl vàgg dàl furmintòun: quànd, radunê indl’èra, a se spanucèva, cantànd e balànd sàtt’èl stràll e la luna (Piròunvorrebbe raccontarvi della veglia per la spannocchiatura sull’aia al chiarore di stelle e luna) mo a la farén tròp longa… Conclude tuttavia dicendo: Cla sira lè agh’éren propria tót:  ànch i camarànt perché aiéren tót afradlê (affratellati) e nisùn avrév mai pensê ed regalèr “i os ed la pulèinta…”  (vecchio adagio per le persone tirchie e avide le quali avrebbero potuto regalarti, al massimo “ le ossa della polenta” e cioè… nulla!).

 
Powered by CMSimpleRealBlog

GRG Onlus - Iscr. Reg. Volontariato di Modena Det. n. 183 del 18/10/1999 - CF 92014000365 Realizzazione sito web da V.Milani-M.Bonetti con il sostegno del Centro Servizi per il Volontariato di Modena

Powered by CMSimple | Template by CMSimple | Login